I Cadetti in pedana a Gerenzano per la qualificazione di categoria

I Cadetti in pedana a Gerenzano per la qualificazione di categoria

image_pdfSalva in PDFimage_printStampa

Si è disputata nel weekend a Gerenzano (VA)  la Prova di qualificazione ai Campionati Italiani per la categoria Cadetti (15-17 anni). Perfetta l’organizzazione e rigide le norme di prevenzione anti-covid che prevedono il tampone obbligatorio per tutti gli Atleti e i Tecnici, con la manifestazione svolta a porte chiuse.

Ad aprire i giochi sabato sono stati gli spadisti Martin Bianchi, Pietro Fedeli, Mattia Gambino, Daniele Lavezzari, Leandro Levorin e Riccardo Proserpio. Leandro centra la qualificazione alla fase nazionale della Coppa Italia, finendo al 31° posto in classifica, mentre Mattia, 34° resta escluso di una sola posizione dai 33 pass di qualificazione. La prestazione di entrambi è positiva nel girone, che vede Mattia passare il turno con 4 vittorie e Leandro con 3; i due Desiani hanno però poi la sfortuna di doversi incontrare tra loro nel tabellone di eliminazione diretta per i 32, dove Leandro riesce ad imporsi sul compagno di squadra e amico. Martin, dopo un avvio incerto nel girone eliminatorio si risolleva, portando a casa tre vittorie e conquistando ill 40° posto in graduatoria finale, dopo aver disputato un incontro di eliminazione diretta dal quale esce sconfitto 15-12 perché concede troppo al suo avversario. Si qualifica al tabellone delle dirette anche Pietro, che conclude al 46° posto, anche lui con 3 vittorie nel girone, poi sconfitto nella diretta per i 32. Daniele e Riccardo, il primo con 1 vittoria, faticano nel girone e restano esclusi dalle dirette. Il Tecnico Monica Colombo ha parole di soddisfazione per i ragazzi per questa prima gara dopo la lunga assenza dalle pedane dovuta alla pandemia, ma traccia anche la linea per quanto ancora deve essere fatto da ciascuno di loro per poter arrivare più sicuri di sé e delle proprie possibilità alla prossima occasione di confronto con gli avversari.

Sempre Sabato, sono scesi in pedana Martina Maffia, tra le Cadette di Fioretto e Alessandro Montanari, nel Fioretto maschile: 1 vittoria per Martina nel girone, conquistata con grande carattere, ma che non le consente il passaggio al tabellone di eliminazione diretta, mentre Alessandro regala due assalti persi 5-4 dopo averli condotti in vantaggio: un’esperienza importante accumulata per entrambi per individuare obiettivi e traguardi di crescita, con l’accompagnatore Luca Aglio che ha così potuto mettere a fuoco alcuni punti sui quali lavorare nel corso degli allenamenti, soprattutto in termini di maggior capacità di proporre e costruire l’azione.

Domenica, in gara tra le Cadette di Spada Femminile, Irene Ficco, al suo esordio assoluto patisce un po’ di inesperienza che le preclude l’accesso alle dirette, ma gestisce bene l’emozione rimanendo lucida e dimostrando di non avere troppo timore neanche davanti alle avversarie più esperte, come testimoniano i due assalti persi solo di un punto nel girone, che le consentono di familiarizzare con l’approccio alla competizione e trovare nuovi stimoli e obbiettivi da mettere a frutto negli allenamenti,