Ad Asti e Malnate la seconda prova interregionale Under-14

Ad Asti e Malnate la seconda prova interregionale Under-14

image_pdfSalva in PDFimage_printStampa

Prova regionale incoraggiante, sabato, per Leandro Levorin a Malnate, nella categoria Ragazzi/Allievi (13/14 anni) di Spada. Con 4 vittorie e 1 sola sconfitta nel girone eliminatorio, Leandro passa di diritto il primo match di eliminazione diretta, collocandosi nel tabellone dei 64. Vince poi l’assalto per entrare nei 32, dando prova di saper gestire un avversario non certo disposto ad arrendersi. Si ferma all’assalto per i 16, dove incontra un altro avversario difficile e riesce ad impegnarlo pur dovendogli cedere il passo alla fine dell’incontro. Bene anche Martin Bianchi, che nella stessa prova con 3 vittorie nel girone e la vittoria alla prima diretta si arrende forse troppo facilmente nell’assalto per i 32, dimostrando comunque una migliorata maturità sia tecnica che psicofisica nel corso di tutta la mattinata.

Contemporaneamente, sempre sabato, ad Asti scendevano in pedana i fiorettisti per la prova interregionale Lombardia-Piemonte, con Edoardo Allievi alle sue prime gare nella categoria Maschietti (10 anni) a macinare pedana ed esperienza. Tra i Giovanissimi (11 anni) Lorenzo Cavalca e Alessandro Montanari, entrambi con 3 vittorie nel girone, passano la prima diretta e si fermano poi rispettivamente all’incontro per i 16 Lorenzo e Alessandro a quello per gli 8. Una prova in crescita per entrambi sia sul piano tecnico che nella capacità di gestire l’incontro ascoltando anche i consigli dei Tecnici presenti a fondo pedana. Domenica invece la trasferta piemontese ha visto impegnati nella categoria Ragazzi/Allievi: Simone Carbonella, Marco Cassina, Lorenzo Diena, Tommaso Galbiati, Luca Lazzarini, Daniele Roncoroni, alla sua prima gara ufficiale. Simone ragiona bene in pedana, anche deve ancora raggiugere maggior consapevolezza per poter vincere qualche incontro in più. Lo stesso vale per Marco, cui non mancano le idee, ma spesso la tensione della gara prende il sopravvento facendogli perdere la lucidità necessaria ad esprimersi al meglio. Lorenzo si dimostra il più in forma e il più concreto del gruppo, complice anche l’entusiasmo che non gli manca mai né in gara né negli allenamenti: con due vittorie al girone, che disputa forse un po’ sottotono rispetto alle sue potenzialità, accede al tabellone delle dirette dove vince la prima tirando bene e con un buon assetto in pedana. Nella combattutissima seconda diretta, con un avversario tenace, riesce ad imporsi con grande carattere, ma dà tutto e per l’incontro successivo non ha forse più le energie necessarie per reggere il ritmo; comunque si impegna al massimo uscendo sconfitto da un assalto che con meno stanchezza sulle spalle sarebbe terminato diversamente. Tommaso non tira male. dimostra capacità e riesce a vincere la prima diretta, anche se con un avversario non facile, ma per poter ottenere risultati deve imparare che lo sport richiede innanzitutto disciplina e rispetto dei propri obbiettivi. Luca con tre vittorie nel girone si dimostra in crescita, anche se perde al primo assalto di diretta contro un avversario probabilmente alla sua portata: deve lavorare sulla posizione di guardia, ma la grinta non gli manca. Discorso a parte per Daniele, in ritardo sulla preparazione complice un recente infortunio: la gara nel suo caso serviva solo per riprendere confidenza con la pedana. Tra le Bambine (10 anni) di Fioretto Irene Giaffreda, anche lei alla sua prima gara, è alla ricerca di maggior convinzione in uno sport di combattimento nel quale è necessario ostentare carattere per imporsi sulle avversarie.